SF015 :: Emilia Marra :: Processo a Moosbrugger

Signup for our newsletter with tips, new product announcements, and discounts. No spam ever, unsubscribe any time.

La pazzia negli individui è abbastanza rara… ma nei gruppi, nei partiti, nelle nazioni, e nelle epoche, è una regola.

F. Nietzsche

Al di là del bene e del male

Introduzione

di Obsolete Capitalism

Ringraziamo Emilia Marra per la disponibilità a pubblicare il suo testo bilingue Processo a Moosbrugger: considerazioni sulla vita impersonale. È stato di gran lunga tra i testi migliori presentati alla nona conferenza mondiale di studi deleuziani, Virtuality, Becoming and Life, tenutasi a Roma lo scorso luglio 2016. Faceva parte di un panel, notevole per la qualità espressa, promosso dalla rivista filosofica online La Deleuziana, il cui titolo recitavaLa vita innumerevole. Per una liberazione del pensiero ovunque sia imprigionato. Questo testo è importante perché, oltre a introdurre Robert Musil e il suo capolavoro L’uomo senza qualità nel campo accelerazionista, dimostra quanto si possa andare lontano con il pensiero quando si abbandonano i vecchi steccati e le vecchie divisioni novecentesche di L/ACC e R/ACC.

Biografia

Emilia Marra ha conseguito la tesi specialistica all’interno del programma « Philosophies allemande et française dans l’espace européen » – Europhilosophie Erasmus Mundus (UTM, UCL, BUW), ed è attualmente dottoranda in filosofia presso l’Università degli Studi di Trieste con un progetto sul concetto di sistema nelle interpretazioni francofone contemporanee di Hegel e Spinoza. Le sue ricerche riguardano principalmente la filosofia francese contemporanea, con particolare riguardo per Gilles Deleuze. Ha pubblicato in riviste quali Esercizi Filosofici, Interpretationes, Philosophy Kitchen, S&F, Estetica. Studi e ricerche, La Deleuziana, della quale è membro del comitato editoriale. Ha tradotto il volume di Pierre Macherey Hegel o Spinoza (Ombre Corte, 2016).