Obsolete Capitalism :: Controllo, modulazione e algebra del male in Burroughs e Deleuze :: e.book :: free download :: Rizosfera :: collana editoriale I forti dell’avvenire :: SF016 :: ita :: copertina e grafica Gabriele Fantuzzi :: settembre 2018

 

Il presente testo è stato pubblicato online, con leggere modifiche, nel numero 3/2016 «La vita e il numero» della rivista filosofica La Deleuziana, a cura di Sara Baranzoni ed Emilia Marra. L’obiettivo principale del saggio era interrogare in profondità il rapporto tra Deleuze e Burroughs secondo la prospettiva concettuale del Controllo, termine dai confini quanto mai ambigui e indeterminati. Deleuze scrive in “Pourparler” che il concetto di “Controllo” è attribuibile a William Burroughs. Fin dagli anni ‘70 del Novecento, tra i due pensatori si è sviluppata una profonda affinità intellettuale e politica, sotto il segno dell’insegnamento esoterico-acefalico d’impronta nietzscheana. Tale affinità si dispiega su tre livelli di analisi: società di controllo, comunità rivoluzionarie e cultura schizo. Mantenendo la discorsività foucaultiana in primo piano, Deleuze rivela la signicativa transizione politico-sociale dalla “disciplina” al “controllo” in tutta la sua fredda mostruosità. Secondo Deleuze e Burroughs la lotta contro il Controllo avviene attraverso la sperimentazione di «macchine da guerra» letterarie, artistiche, filosofiche – dunque esistenziali – che divengono vere e proprie singolarità micro-comuniste non assimilate, in grado di sfuggire alla conoscenza dei saperi istituzionali e al dominio dei poteri delle nuove formazioni di sovranità numerica e algoritmica. La guerriglia asimmetrica, elettronico-diagrammatica, non li- neare e “non localizzata”, di Burroughs si rivela uno strumento del tutto prezioso per le future lotte, alla luce soprattutto di un pensiero critico – nostro contemporaneo – troppo pigro, prevedibile e conformista, dal quale essa mantiene una inesorabile distanza siderale.

 

CLICCA QUI – DOWNLOAD GRATUITO @ ACADEMIA

CLICCA QUI :: DOWNLOAD GRATUITO @ MONOSKOP